Chiara Melloni

Logical Polysemy in Word Formation: E and R Suffixes

  • Abstract

Informations and abstract

Keywords:

In questo articolo si propone un'analisi delle nominalizzazioni deverbali in grado di dar conto della loro ambiguità semantica tra lettura Evento e lettura Risultato. In particolare, la presente ricerca dimostra che solo una diversa rappresentazione della semantica-lessicale dei suffi ssi testa di questi lessemi derivati può spiegare l'ambiguità di signifi cato di tali nominali e le loro corrispondenti peculiarità sintattiche. Al fi ne di individuare il contributo semantico dei suffi ssi rispetto alle basi verbali, si sono analizzate le interpretazioni dei nominali, e particolare attenzione è stata rivolta alla classe dei nominali Risultato, le cui proprietà semantiche sono state trascurate nella letteratura sul fenomeno della nominalizzazione. Sulla base di una esplorazione del signifi cato dei nominali deverbali e di un confronto con analoghi effetti di ambiguità semantica esibiti dai nomi semplici, si offre una soluzione che vede i suffi ssi e i corrispondenti nomi deverbali come entrate lessicali polisemiche, in linea con quanto proposto da Pustejovsky (1995) nel quadro teorico del suo "Generative Lexicon". Gli strumenti formali per rappresentare la semantica degli affi ssi sono quelli forniti dal recente modello teorico di Lieber (2004), rispetto al quale si propongono implementazioni e modifi che atte a dar conto dei dati presi in esame.

Trova nel catalogo di Worldcat

Article first page

Article first page