Elisa Brilli

L'esilio comunale L'arte di dire l'esilio

  • Abstract

Informations and abstract

Keywords:

L'articolo sviluppa un ragionamento intorno all'esilio di Dante volto ad individuare alcuni nodi critici posti da questo dato storico e dato testuale. Innanzitutto, quello della sua corretta valutazione storica, a fronte delle recenti proposte provenienti dagli studi di storia medievale e di sociologia storica dei gruppi intellettuali. Quindi, sul versante della ricerca dantesca per rispondere al problema della dicibilità della propria esperienza poli­tica, sono evidenziati il rifiuto di Dante del regime discorsivo erotico-politico tipico della lirica siculo-toscana ma anche dell'Ovidio dei Tristia e delle Epistulae ex Ponto e il progressivo slittamento da una costruzione autoriale ispirata al modello boeziano alla reinvenzione del modello profetico-apostolico. Le conclusioni sottolineano i paradossi dell'autorialità varata da Dante e da lui consegnata alla tradizione letteraria italiana.

Trova nel catalogo di Worldcat

Article first page

Article first page